LA CAMARGUE

Fossano – Piemanson – Aigues Mortes – Saintes Maries de la Mer – Salin du Giraud – Plage de l’Espiguette – Fossano

Quest’anno finalmente dopo moltissimo tempo sono riuscito a tornare in Camargue ed ho deciso di visitarla in occasione della Festa dei Gitani (foto che vedrete nel prossimo articolo) e per l’occasione ho rivisitato Aigues Mortes e dintorni. Il tempo è sempre stato ottimo a parte il forte vento maestrale che la prima notte ci ha letteralmente tenuti svegli fino all’alba.

Avevo letto sul web di questa spiaggia bellissima, una delle poche dove si possa ancora campeggiare liberamente direttamente sulla sabbia e godersi la magia di una notte stellata con in sottofondo il suono delle onde, peccato solamente il fortissimo vento che non mi ha permesso di fare neanche una foto perché c’era una vera tempesta di sabbia in spiaggia.

Il paesaggio al risveglio era piuttosto surreale, davvero affascinante e tutt’intorno c’era un silenzio meraviglioso…


DSC_0339 2 DSC_0345 2 DSC_0347 2 DSC_0335 2

Dopo aver fatto due passi e sfidato ulteriormente il vento abbiamo deciso di abbandonare la spiaggia e di andare a vedere le Saline di Giraud dalle numerose sfumature dal rosa al granata…

DSC_0385 2 DSC_0392 2 DSC_0380 2 DSC_0398 2

Dopo qualche ora a spasso tra le saline ci spostiamo verso  il Parco Regionale della Camargue e ammiriamo i numerosi fenicotteri rosa presenti…

DSC_0410 2 DSC_0414 2 DSC_0438 2 DSC_0486 2

DSC_0506 2 DSC_0508 2 DSC_0530 2 DSC_0540 2

E’ immenso il parco ed il tempo scorre velocemente… è ormai quasi l’ora del tramonto e decidiamo di fermarci poco prima di arrivare a La Grande-Motte a fare qualche scatto prima di rientrare ad Aigues Mortes che di notte è ancora più bella, quasi magica con le sue mura che racchiudono tutto il centro cittadino e il canale che le costeggia. Il tramonto è d’incanto!

DSC_0627 2 DSC_0652 2 DSC_0728 2

Mangiamo tra le mura e visitiamo in notturna Aigues Mortes… ormai è notte fonda e pochissime sono le persone in giro, la magia di questa località prende ancora più piede…!

DSC_1870 DSC_1881 DSC_1890 DSC_1909

DSC_1914 DSC_1932 DSC_1937 DSC_1943

Al risveglio dopo il classico pain au chocolat su consiglio di alcuni locali ci dirigiamo verso un paradiso naturale: la Plage de l’Espiguette… devo dire che questa zona, questa spiaggia mi ricorda davvero molto la Sunshine Coast in Australia con le sue dune, il vento teso ed i chilometri di sabbia… meraviglioso!

DSC_0736 2 DSC_0745 2 DSC_0986 2 DSC_1025 2

DSC_1028 2 DSC_1219 2 DSC_1116 2 DSC_1077 2

Continuiamo a visitare senza una vera meta tra le numerose stradine di campagna e come spesso accade girando per la Camargue si possono incontrare oltre ai fenicotteri numerosi cavalli, tori e volatili di numerose specie diverse… che bello!

DSC_0555 2 DSC_1237 DSC_1250

DSC_1252 DSC_1261 DSC_1949

Che dire anche questa volta la Camargue mi ha emozionato moltissimo perché nella sua semplicità è unica ed incredibile.